Chi sono

Un ludopatico in tuo aiuto

Sono un ludopatico, un uomo di 50 anni che per 20 lunghi anni ha sperperato denaro nel gioco d’azzardo. Ho provato più volte a tirarmi fuori dalla Ludopatia senza grandi risultati, sono stato nei SERD (Servizi per le dipendenze), sono andato in Ospedale per sottopormi a simolazioni elettromagnetiche, ho partecipato a due incontri con l’Associazione Giocatori Anonimi, ho letto libri e mi sono informato sul web alla ricerca di qualsiasi soluzione per fuggire dalle manette del gioco d’azzardo compulsivo. I migliori risultati sono arrivati con la confessione del mio problema alle persone più care ed al mio Capo Ufficio, con una grande forza di volontà e qualche regola ben precisa per sostenere un cammino lungo ed insidioso che durerà pertutta la mia vita. Uscire dalla Ludopatia non si può, è una malattia che prendiamo per gioco e ci portiamo dietro per tutta la vita. La ludopatia si allontana con determinazione, volontà, responsabilità e perseverazione, senza timidezze, paure dei giudizi altrui e con un unico irremovibile dovere di tornare ad una vita normale.

Ludopatia.blog, il mio portale

Una terapia aggiuntiva per il mio percorso è questo sito “Ludopatia.blog” sul quale ho speso dei soldi per acquistare il nome dominio e lo spazio sul web. Un compito che mi sono assegnato per informare parenti e giocatori, su quali strategie adottare, cammini da intraprendere, supporti da utilizzare che in comune hanno il traguardo di aiutare, auto aiutarsi per uscire definitivamente dalla Ludopatia o gioco d’azzardo compulsivo.

Diversamente da questa presentazione, ogni articolo che scriverò, cercherò di essere il più breve possibile, sintetizzando gli argomenti al fine di non annoiare il lettore e spingerlo ad andarsene, un unico intento fatto di parole, precisazioni, video e collegamenti per portare un informazione netta, lucida e mirata.

Da quasi ex giocatore e per esperienze vissute, il mio sito “Ludopatia.blog”, desidero che sia il portale semplice e completo, alla portata di tutti per aiutare il prossimo a rinascere e scoprire che con piccoli passi si possono fare grandi cammini.